QualitàComuni

Benvenuto
Chi siamo

Associati

Organizzazione
Responsabili Qualità
Statuto

Documenti

Programmi e Attività
Eventi
Presentazione
Convenzioni
Newsletter

Risorse

Links
Dove siamo
Scrivici
Area Associati





Associazione “QualitàComuni”




L’Associazione “QualitàComuni” ha ottenuto la certificazione di conformità del sistema di gestione per la qualità alla norma UNI EN ISO 9001:2008 per “Erogazione di servizi di auditing interno e monitoraggio del sistema di gestione degli associati”


Sei qui: Homepage » Associati » Gessate (MI)
Associati
Gessate (MI)

immagine inclusa nella scheda


Cenni sul Comune di Gessate e le sue istituzioni nella storia

Parlare del nostro Comune e delle sue istituzioni significa ripercorrere molti secoli di storia. Dalle misteriose origini fino all’anno 848, quando Gessate (Glassiate) fa la sua comparsa su documenti, non sappiamo quasi nulla. Molti indizi ci fanno ritenere quasi certa l’esistenza di un abitato in età romana, mentre non sono emersi dati sufficienti per ipotizzare una precedente esistenza.


FIM: ERRORE 2

Sui primi documenti non si parla di “comune” ma di vicus (villaggio). Nell’anno 848 Gessate appariva integrata nel sistema feudale introdotto da Carlo Magno nel nostro territorio: il villaggio apparteneva alla contea retta da Alberico e in esso vivevano alcuni suoi vassalli (gli alemanni Teotecaro e Autecaro), mentre esercitava alcune funzioni pubbliche lo sculdascio franco Teodorico, anch’egli vassallo di Alberico. Venuta meno la capacità del sovrano di controllare questo sistema si affermarono nuovi signori locali che assunsero anche competenze di carattere pubblico. La costruzione del “castello” (castrum) intorno all’anno 900, ricordata anche nello stemma comunale, testimonia la presenza di un dominus loci. Le funzioni di governo tra X e XII secolo vennero probabilmente esercitate da alcuni importanti monasteri milanesi: Sant’Ambrogio, Simpliciano e Chiaravalle.


FIM: ERRORE 2

Ma è tra la fine del XII e l’inizio del XIII secolo che si colloca l’origine del Comune, o come più spesso si trova definito nei documenti più antichi “Comunità”. Il Comune, come molte altre istituzioni medievali (corporazioni, università ecc.) è una libera associazione tra persone che ha l’obiettivo di rispondere ad un bisogno. L’origine dell’istituzione comunale locale resta avvolta nel mistero, ma è probabile che essa sia scaturita da un accordo tra la popolazione locale e il dominus o da una concessione di quest’ultimo sotto la spinta del potere sempre più grande che il Comune di Milano andava assumendo sul contado. I comuni rurali come Gessate vennero governati da consoli, cancellieri, sindaci, campari ecc., magistrati che erano espressione di un certo autogoverno locale, ma venivano a costituire l’articolazione periferica delle magistrature urbane. I comuni rurali erano raggruppati in circoscrizioni più ampie sottoposte ad un funzionario del comune di Milano (podestà o vicario di Vimercate o Gorgonzola per il nostro comune) che aveva il compito di amministrare la giustizia, mantenere l’ordine e riscuotere le tasse per conto dei Milanesi.


FIM: ERRORE 2

I gessatesi perciò si dotarono o ottennero uno statuto e organizzarono, sul modello cittadino, una forma di governo della comunità. Queste nuove istituzioni, subendo qualche trasformazione, restarono in vita fino al 1755 quando le riforme del governo austriaco ne sancirono la fine. I capi di famiglia costituivano il Consiglio Generale (vi facevano parte anche le donne per le famiglie prive di un maschio adulto) che aveva il potere di eleggere e destituire i rappresentanti del Comune (sindaco, console e deputati), aveva potere propositivo e decisionale in materia di scelte che avrebbero comportato impegni finanziari (spese, appalti, manutenzioni ecc.) e aveva la facoltà di attivarsi nei momenti di necessità per prendere importanti decisioni. Il Consiglio approvava e vigilava sulla nomina di cariche di pubblica utilità come l’esattore delle imposte, il “camparo” a cui era affidata la gestione e la cura del bosco comunale. Il consiglio veniva convocato mediante il suono della campana, nella piazza situata nei pressi della chiesa parrocchiale e del cimitero (attuale piazza Roma); non esisteva infatti una sede comunale.

[…]

» Leggi un Approfondimento [pdf, 407 KB]
a cura del dott. Federico Bertini
autore del libro “Gessate – Un popolo e la sua storia”
Assessore Pubblica Istruzione, Cultura, Tempo Libero e Sport



FIM: ERRORE 2




Alcuni dati sul Comune di Gessate

Altitudine : 144 mt. sul livello del mare
Superficie: 7,75 Km quadrati
Abitanti n. 6.052, nuclei familiari n. 2.489 (dati aggiornati a ottobre 2003)


FIM: ERRORE 2

Sito web: www.comune.gessate.mi.it


» Indice degli Associati
» Loro Ciuffenna (AR)

 
▲ inizio pagina ▲

 

Associazione “QualitàComuni”
via Alessandro Volta 29 — 20872  Cornate d'Adda  MB

telefono +39 039 68741     fax +39 039 6926119     email  Indirizzo email protetto dal bots spam. Devi abilitare Javascript per vederlo.

 


 

disclaimer privacy warning credits

Contents © 2018 by QualitàComuni
Design and Engineering © 1997-2019 by Castrovinci & Associati