QualitàComuni

Benvenuto
Chi siamo

Associati

Organizzazione
Responsabili Qualità
Statuto

Documenti

Programmi e Attività
Eventi
Presentazione
Convenzioni
Newsletter

Risorse

Links
Dove siamo
Scrivici
Area Associati





Associazione “QualitàComuni”




L’Associazione “QualitàComuni” ha ottenuto la certificazione di conformità del sistema di gestione per la qualità alla norma UNI EN ISO 9001:2008 per “Erogazione di servizi di auditing interno e monitoraggio del sistema di gestione degli associati”


Sei qui: Homepage » Associati » Provincia di Varese
Associati
Provincia di Varese

immagine inclusa nella scheda



La Provincia di Varese, istituita nel 1927, si estende tra verdi colline, folti boschi, luminose sponde di laghi, il tutto ravvivato da caratteristici borghi, città industriali, antichi castelli, chiese e santuari secolari, testimonianza di una storia passata che ancor oggi è bello scoprire.

FIM: ERRORE 2
È facilmente raggiungibile grazie alla ottima rete stradale e ferroviaria e all’aereoporto Intercontinentale della Malpensa che l’ ha unita al resto del mondo.

FIM: ERRORE 2
Numerose sono le località che meritano di essere visitate perché considerati gioielli d’arte e di storia. Primo fra tutte l’eremo di S. Caterina del Sasso, secolare monumento a strapiombo sul lago Maggiore, proprietà della Provincia che grazie a preziosi restauri è di nuovo uno dei luoghi più visitati del territorio. Per raggiungerlo si scende un’antica scalinata che offre un panorama sul lago irripetibile, ma grazie ad un comodo ascensore, recentemente realizzato, anche chi si muove con fatica, raggiunge l’entrata dell’eremo in brevissimo tempo. L’edificazione del complesso di Santa Caterina del Sasso risale al XII sec., per assolvere ad una grazia ricevuta da un ricco mercante locale, Alberto Besozzi, lì si ritirò a vita da eremita, dopo essere stato salvato da un naufragio notturno che lo colpì durante una traversata del lago Maggiore. Nel corso dei secoli l’Eremo ha subito numerose modifiche ed ingrandimenti, periodi di grande splendore e fasi di decadenza, ma l’importante opera di riqualificazione voluta dalla Provincia, che se se prende cura dal 1970, ha portato non solo l’eremo ma tutto il complesso delle Cascine del Quichio all’odierno splendore.

FIM: ERRORE 2
Altro luogo della Provincia di Varese ricco di storia ed arte è il “Contado del Seprio” uno dei territori più antichi della Provincia di Varese. Gli affreschi rinascimentali di scuola toscana a Castiglione eseguiti da Masolino da Panicale, Paolo Schiavo e il Vecchietta, decorano i più importanti edifici del borgo. Castelseprio sito UNESCO, situato tra un altopiano e la valle dell’Olona, un tempo importante roccaforte militare venne distrutto nel 1287; solo gli edifici religiosi, furono risparmiati, tra questi la chiesa, ora sconsacrata di S. Maria Foris Portas, proprietà della Provincia di Varese, è un autentico gioiello di arte lombardo-bizantina, dove nel suo interno sono custoditi forse i più antichi affreschi del territorio.

FIM: ERRORE 2
A poca distanza da Castelseprio, un tempo inglobato nelle mura del castrum, in località Torba, il Monastero di Torba, proprietà F.A.I. Nell’antica torre sono visibili gli affreschi che raccontano la vita monastica del luogo. Recentemente riaperto al pubblico e di proprietà della Provincia di Varese che ne ha curato i restauri, il Monastero di Cairate risalente al 877 d.C; l’edifico è composto da un ampio chiostro e una chiesa con affreschi del cinquecento. Durante i lavori di ripristino sono state ritrovate anche alcune tombe longobarde molto ben conservate. Altra località del Seprio posta lungo l’asse del Sempione è Arsago Seprio importante caposaldo del Contado. Nella piazza più importante del paese fu costruito in puro stile romanico, il complesso della Collegiata di S. Vittore, comprendente la basilica, il cui interno nel corso dei secoli ha subito alcune modifiche, il battistero, monumento nazionale, sormontato da un elegante tiburio e la torre campanaria. Interessante è anche il museo archeologico che conserva parecchi reperti delle necropoli romane e longobarde ritrovate nei dintorni di Arsago.

FIM: ERRORE 2
Le varie sfaccettature della Provincia di Varese offrono antichi borghi che grazie alla caparbietà dei suoi abitanti sono stati valorizzati, un esempio su tutti è Arcumeggia, borgo dipinto, dove alla fine degli anno ’50 un gruppo di pittori, tra i quali Aligi Sassu, Aldo Carpi, Innocente Salvini, Umberto Faini e tanti altri che con i loro collaboratori, si incontrano per abbellire con murales le facciate delle antiche abitazioni.

FIM: ERRORE 2
La Provincia di Varese nel 1700 era “luogo di delizia”, numerose sono state le ville costruite dai nobili milanesi del tempo, lungo la Valcuvia si può ammirare Villa Della Porta Bozzolo, proprietà FAI, o nella Valceresio Villa Cicogna-Mozzoni, senza dimenticare le dimore più prestigiose del capoluogo, Varese nominata città nel lontano 1816. Nel centro storico varesino svetta il campanile del Bernascone realizzato tra il 1589 e il 1625 dall’omonimo architetto; la basilica con la piazza dedicata al santo patrono della città San Vittore e l’attiguo corso Matteotti sono il cuore pulsante di Varese: zona pedonale ricca di negozi e antichi edifici che raccontano di un borgo ricco e laborioso. Il Palazzo Comunale, meglio conosciuto come Palazzo Estense era nella metà 1700 la residenza estiva e autunnale di Francesco III d’Este, duca di Modena e Signore di Varese; la sua elegante facciata interna, con colonne binate, in stile tardo barocco, si apre sui famosi Giardini Estensi, un classico modello di giardino all’italiana. La collinetta terminante il parterre, confina coll’ottocentesco giardino all’inglese di Villa Mirabello, edificio ora adibito a Museo Civico. Sulla via che porta verso il lago di Varese, sorge Villa Recalcati, edificata alla fine del ‘600 dall’omonima ricca famiglia milanese, oggi è sede della Provincia e della Prefettura, ma nel periodo delle Bella Epoque era il più importante albergo della città: “Gran Hotel Excelsior”, qui vi soggiornarono famosi artisti, reali, capi di stato del tempo. Poco distante dal centro, è situato il Castello di Masnago, le cui origini risalgono al pieno 400 diventato poi nei secoli villa, ora è il Museo Civico d’Arte Contemporanea. Su uno dei sette colli di Varese, precisamente nel rione di Biumo Superiore, sorge il complesso delle Ville Ponti, ora centro congressi e proprietà della Camera di Commercio, e Villa Panza, sito F.A.I e sede di un’importante collezione d’arte moderna nota in tutto il mondo. Dominante il capoluogo, Varese, lungo il pendio della collina del Sacromonte, si erge uno dei monumenti più prestigiosi di tutto il territorio: la seicentesca Via Sacra del Rosario, luogo di meditazione e d’arte e da qualche anno patrimonio dell’Umanità.

FIM: ERRORE 2
La provincia di Varese è conosciuta anche come la provincia dei laghi: il lago Maggiore, luogo amato dai velisti e per chi vuole ammirare la Rocca Borromeo, uno dei castelli più antichi del territorio; i laghi di Monate e Comabbio, il lago di Ghirla in Valganna sono considerati minori ma pittoreschi per loro paesaggi circostanti; il lago del Ceresio chiamato anche lago di Lugano per la sua posizione di confine; infine il lago di Varese meta per gli amanti del canottaggio e della bicicletta, grazie alla pista ciclopedonale che percorre tutto il suo perimetro.

FIM: ERRORE 2
Lungo la strada che costeggia il lago di Varese si trova Voltorre di Gavirate, luogo da visitare per lo splendido chiostro medievale, sorto tra il 1100 e il 1190, proprietà della Provincia di Varese, ora sede di eventi culturali.

FIM: ERRORE 2
Sempre il lago di Varese offre la possibilità di visitare uno dei siti preistorici più importanti del nostro territorio raggiungibile con un servizio barca, l’Isolino Virginia, riconosciuto sito UNESCO.

FIM: ERRORE 2
Molteplici sono gli sport che si possono praticare in provincia di Varese: dalla vela al canottaggio lungo i laghi; golf, equitazione, tennis; per chi ama le passeggiare nel “verde” delle nostre colline o nei parchi naturali regionali trova tanti sentieri ben segnalati che si affacciano su paesaggi unici: dalle colline ai laghi senza dimenticare il fiume Ticino; numerosi sono gli impianti sportivi e il ciclismo vero fiore all’occhiello della provincia “su due ruote”.

FIM: ERRORE 2
Anche i prodotti enogastronomici rispecchiano l’animo degli abitanti della Provincia di Varese: semplici ma genuini: i formaggini di capra sono prodotti nelle valli, agli asparagi coltivati a Cantello è dedicata anche sagra, il miele ha un colorito così prezioso che pare oro colato, le pesche di Monate sono ottime da gustare con il gelato, infine il vino e il liquore nelle vicinanze di Angera, sono veramente eccellenti. Non bisogna dimenticare numerosi dolci, semplici ma ottimi per terminare in bellezza un pranzo o una cena.

FIM: ERRORE 2

Sito web: www.provincia.va.it


» Indice degli Associati
» Rescaldina (MI)

 
▲ inizio pagina ▲

 

Associazione “QualitàComuni”
via Alessandro Volta 29 — 20872  Cornate d'Adda  MB

telefono +39 039 68741     fax +39 039 6926119     email  Indirizzo email protetto dal bots spam. Devi abilitare Javascript per vederlo.

 


 

disclaimer privacy warning credits

Contents © 2017 by QualitàComuni
Design and Engineering © 1997-2018 by Castrovinci & Associati